Zinco: proprietà e benefici per l'organismo

Pubblicato il

Zinco: proprietà e benefici per l'organismo

Lo zinco è un metallo responsabile dell’attivazione di circa 300 funzioni ed enzimi nel corpo, fattore che lo rende un elemento fondamentale per il nostro organismo. Scopriamo insieme tutte le proprietà dello zinco cominciando a capire dove si trova nel nostro corpo.

Dove si trova lo zinco nel corpo umano

Lo zinco si trova principalmente nelle cellule di ossa, pelle, muscoli, cute, tessuti carotidei e fegato, ma è presente anche nei tessuti cerebrali e nel plasma (in quantità minori). L’assorbimento avviene attraverso l’intestino tenue (per circa il 30% della sua totalità) e viene espulso sempre per via intestinale.
Poiché l’accesso a queste riserve corporee non è semplice, è molto importante che la dieta alimentare comprenda cibi che consentano all’organismo di assumere zinco, al fine di coprirne le necessità.

Le proprietà dello zinco

Lo zinco ha tanti effetti benefici sulla nostra salute, quali:

  • stimola il sistema immunitario agendo sul corretto funzionamento del timo;
  • fa funzionare correttamente l’apparato riproduttivo (sia maschile che femminile);
  • contrasta il processo di invecchiamento cellulare e l’azione dei radicali liberi;
  • è importante nel processo di rimarginazione di ferite e ulcere;
  • aiuta a controllare l’ipoglicemia;
  • ha un ruolo di rilievo nella crescita e nello sviluppo stimolando il GH e il testosterone;
  • è utile contro la depressione.

Gli alimenti ricchi di zinco

Lo zinco è contenuto in buone quantità nella carne (ovina, suina, bovina), nelle noci, nel cacao, nelle ostriche, nel rosso dell’uovo e nei funghi.
Tuttavia esistono degli alimenti che, per le loro proprietà, ne contrastano l’assorbimento. Tra questi, i cereali e le proteine del latte (come la caseina), ricchi di fitati e fibre, le quali riducono gli effetti dello zinco, nonché il calcio che, se assunto in dosi elevate, può ridurre la capacità di assorbimento dello zinco da parte dell’organismo.

Alimenti con zinco

Qual è il fabbisogno quotidiano di zinco?

Le quantità di zinco contenute nel corpo umano variano dai 1500 a 3000 mg. Per mantenere questo status, l’apporto giornaliero da rispettare dovrebbe essere di:

  • 10 mg per i bambini;
  • 15 mg per donne e anziani;
  • 18 mg per uomini e donne in gravidanza o durante l’allattamento.

Sintomi della carenza di zinco

Si stima che circa l’80-90% della popolazione assuma quantità di zinco inferiori al reale fabbisogno. Una dieta povera di proteine, eventuali patologie del fegato, o l’assunzione di alcuni farmaci (come i diuretici o alcuni antidepressivi), possono portare ad un cattivo assorbimento dello zinco. In questo caso è opportuno ricorrere ad integratori alimentari, al fine di non ridurre l’apporto necessario all’organismo.
E' importante prestare attenzione ai sintomi legati alla carenza di zinco, che possono essere molteplici:

  • uno dei primi effetti è la stanchezza, legata a perdita di appetito;
  • le alterazioni del cuoio capelluto, come l'alopecia;
  • la lenta cicatrizzazione di ferite cutanee;
  • la fragilità del sistema immunitario;
  • disturbi della vista;
  • depressione.

Nei casi più estremi si possono riscontrare cattivi funzionamenti delle gonadi, con conseguenti problemi riproduttivi: in caso di gravidanza o durante la prima infanzia, il bambino può rischiare un rallentamento dello sviluppo e l’insorgere del nanismo.
Queste carenze possono essere colmate dall'assunzione di integratori con zinco. In questi casi è bene integrare anche l’apporto di Vitamina A, la quale viene penalizzata nell’assorbimento dalla presenza di questo elemento.